Cosa vedere a San Candido

Come in una favola ...

Le origini di San Candido.

Torniamo indietro nel tempo, a millenni fa. Nella tarda Età del Bronzo, i celti si insediano in questo paesaggio incorniciato dai giganti delle Dolomiti. Un salto nel tempo. Nel 769 d.C. Tassilo III, Duca di Baviera, contribuisce in modo determinante alla costruzione di un convento. Nasce un centro culturale. E con esso, il paese di San Candido.

San Candido oggi.

Il più antico comune dell’Alto Adige conserva ancora oggi tesori culturali importanti e misteriosi. Adagiato ai piedi dell’imponente massiccio dei Baranci, il paese è lo scenario perfetto per un’idilliaca cartolina. Il centro chiuso al traffico è ricco di originali vicoli e moderne boutique, ma anche di edifici storici.

Vista sulla Chiesa Parrocchiale di San Michele e Rocca dei Baranci

Passeggiata culturale:
i monumenti da non perdere a San Candido

  • La Collegiata detta anche Duomo, nata dal vecchio Convento benedettino
    … consacrata a San Candido, è conosciuta come il più bello e importante edificio sacro romanico delle Alpi Orientali
  • Museo della Collegiata di San Candido
    … ospita il tesoro del Duomo ed eccezionali reperti, come ad esempio la croce di San Candido in purissimo cristallo di rocca
  • La cappella di Altötting (Außerkirchl) con il Santo Sepolcro
    … eccezionale testimonianza di architettura cristiana
  • Chiesa e Convento dei Francescani
    … con chiostro e 31 tele della vita di San Francesco
  • Chiesa Parrocchiale di San Michele
    … annoverata tra i migliori esempi di arte sacra del Barocco in Tirolo
Collegiata di San Candido
Chiesa e Convento dei Francescani

Voglia di vacanze?

 
 
OK